Prodotti chimici per la preparazione dei campioni

La preparazione di campioni è importante tanto quanto l'analisi dei tuoi campioni. Assicurati di utilizzare i reagenti giusti per evitare la contaminazione del tuo campione.

Categorie di prodotti

ACS e Reag. Ph. Solventi Eur

Gamma completa di solventi adatti a una varietà di applicazioni analitiche e R&D con requisiti specifici conformi ACS e Reag PH EUR, per la maggior parte di loro, disponibili in differenti formati.

ACS e Reag. Ph. Acidi e alcali Eur

Spesso, per la preparazione dei campioni, per i regolatori pH o per altre applicazioni, si utilizzano gli acidi e gli alcali. La gamma completa di questi prodotti è disponibile in diversi formati.

ACS e Reag. Ph. Sali Eur

Gamma completa di sali in gradi analitici conformi ACS, Reag PH EUR per la maggioranza.

Reag. Ph. Eur. Soluzioni standard

Per il controllo qualità nelle aziende farmaceutiche, oltre 250 standard e soluzioni conformi all’ultima versione PH EUR, fornita con CoA completa, garantendo una tracciabilità completa.

Acidi e solventi in bottiglie di plastica

I solventi e gli acidi in bottiglie di plastica sono sicuri, praticamente infrangibili, ecologici, leggeri e facili da maneggiare.

Acidi e solventi in bottiglie di vetro rivestite

Questo formato di confezione “sicura” è davvero utile per i reagenti corrosivi. Il rivestimento in PE contiene il prodotto se si rompe il vetro.

FAQ

Tutti i sali inorganici vengono prodotti da materiali grezzi inorganici. Poiché non si utilizzano materiali di derivazione animale per produrre questi componenti, si può affermare che siano esenti da ESB.

I decaidrati e i dodecaidrati, come per es. il carbonato di sodio decaidrato, il solfato di sodio o idrogenofosfato sodico dodecaidrati perdono la loro cristallizzazione in acqua a 33 °C. Si può affermare che si sciolgono nella propria acqua di cristallizzazione. Per questo motivo è importante, durante i mesi estivi, conservare e trasportare questi composti al fresco (temp. inf. a 20 °C).

Alcuni sali come il solfato di ferro (II) eptaidrato, il solfato di ferro (II) di ammonio esaidrato o lo stagno (II) cloruro biidrato sono potenti agenti di riduzione che a temperature elevate o se esposte ai raggi diretti del sole, si trasformano rapidamente in uno stato di ossidazione più elevato. Pertanto, è necessario conservare questi prodotti al fresco e al buio (15 °C). Tuttavia, la durata minima di conservazione di questi prodotti è limitata a un anno, anche a condizioni di conservazione ideali.

Alcuni composti sono esplosivi e potrebbero pertanto non essere venduti come sostanze secche, ma solo miscelate con acqua. Per es., bicromato d’ammonio (stab. con 0,5-3% d’acqua), nitrato d’ammonio (min. 3% d’acqua) o 2,4 dinitrofenolo (0,5 ml H2O2/g).

Sono disponibili diversi formati, quali per es. da 100, 250, 500, 2500 or 5000 g. Per alcuni prodotti è disponibile anche il formato da 25 kg. Dai uno sguardo al nostro sito web o catalogo dei prodotti chimici.

L’idrogenofosfato di disodio (Na2HPO4) è un fosfato bibasico e diidrogenofosfato di sodio (NH2PO4) è un fosfato monobasico.

Oltre ai lubrificanti organici utilizzati più di frequente, esistono anche lubrificanti inorganici. L'azione lubrificante si basa sulla struttura stratificata di questi composti. I lubrificanti più comuni sono composti da nitruro di boro, solfuro di molibdeno (IV) o da polvere fine di grafite. Questi composti possono essere utilizzati sia a basse che ad alte temperature

I vitrioli sono solfati o metalli bivalenti nella loro forma idrata cristallina, come il rame (CuSO4. 5H2O), ferro (FeSO4.7H2O) o zinco (ZnSO4.7H2O).

Il carbonato di ammonio è il sale dell'acido carbonico mentre il carbammato di ammonio è il sale dell'acido carbammico. Il carbammato di ammonio è molto più stabile rispetto al carbonato di ammonio, e si trasforma in quest'ultimo solo in soluzione acquosa, quando lo si porta a ebollizione.

Lo iodio è solubile in acqua solo parzialmente, mentre si dissolve direttamente in una soluzione concentrata di ioduro di potassio, formando dei complessi. Tuttavia, la soluzione dovrebbe essere diluita ulteriormente solo dopo che si dissolve tutto lo iodio, e il tutto molto lentamente nonostante la presenza dello ioduro di potassio.

Per alcali caustici si intendono gli idrossidi dei metalli alcalini. Si presentano in forma solida e vengono prodotti generalmente in pellet. Le soluzioni alcaline sono la versione acquosa di questi idrossidi. Gli alcali caustici e le soluzioni alcaline comunemente più usati sono quelle di sodio e di potassio.

Le soluzioni alcaline possono essere titolate direttamente con gli acidi standard.

Qualora possibile e solo se necessario, miscelare esclusivamente soluzioni alcaline diluite con gli acidi diluiti, mescolando vigorosamente. Indossare guanti, occhiali e tute protettive, e lavorare sotto una cappa. Mescolare con molta cautela la soluzione alcalina nell’acido. Prestare particolare attenzione a tutte le regole per lavorare in sicurezza.

Mescolare lentamente ma con decisione la quantità necessaria di pellet di idrossido di sodio o di idrossido di potassio in acqua ad una temperatura di +20 °C. Tenere presente che potrebbe generarsi molto calore.

Quando necessario, queste soluzioni possono essere diluite mescolandole con molta cautela in acqua, e poi neutralizzate con l'acido cloridrico. Indossare sempre guanti e occhiali protettivi, e lavorare sotto una cappa. Prima di svuotare la sostanza in un contenitore di raccolta, assicurarsi di aver rilevato il valore di pH mediante indicatori universali a strisce.

I pellet sono solubili nell’alcol e insolubili nell’acetone e nell’etere dietilico.

I carbonati sono solo leggermente solubili nelle soluzioni di sodio e di idrossido di potassio. Tanto più concentrata la soluzione, quanto più basso il contenuto di carbonato, dato che i carbonati precipitano.

Documentazione